#IO RESTO A CASA, MA

foto di Emilia

#IO RESTO A CASA, MA

Io resto a casa, ma
Col fiato corto di un topo in gabbia
Nello scatto improvviso
L’oculare tetro e deciso
Di una pandemia invisibile  
Che s’impone incontenibile.
E’ come un demone vorace di vite
Di vulnerabilità e di ferite.

Maledetti noi che abbiamo fatto?
Forse è l’effetto del pianeta tumefatto
Forse è la natura che dà scacco matto
O del maligno è il ricco contratto.

Io resto a casa, ma
Vivo questo romanzo di fantascienza
In ogni città dal vuoto desolato
Con l’autoambulanza dall’urlo spiegato
Vivo isolato vivo la quarantena
Vivo il remoto vivo la paura che c’incatena.
Di carne gli angeli che sono allo stremo
Ci difendono e forse non moriremo.

Maledetti noi di un mondo malato
Prima era in folle corsa l’articolato
Ora che a poco a poco è rallentato
Ahimè per tanti si è bloccato.

Io resto a casa, ma
Marzo è terso è mite
Invoglia a uscire come il colorato
Arcobaleno dai bambini disegnato
L’arco con parole tutti sostiene
Dice vedrai che andrà tutto bene.
Noi ci contiamo per davvero
Siamo un canto italiano e battagliero.

Maledetti noi che non possiamo
Quale sarà il giorno in cui ci rivediamo?
Mi manca il mentre ci abbracciamo
Mi manca il dì dove ricominciamo.

Io resto a casa, ma
Scrivo al meglio che presto verrà
In un mondo sano e trasparente
Dove è senza vincoli la gente
Dove nessuna persona è straniera
Dove la sola e unica bandiera
È alleanza condivisione
E prendersi l’un l’altro in adozione.

COVID-19

Il 31 dicembre 2019 il Coronavirus (COVID-19: si tratta dell’acronimo di Co (corona); Vi (virus); D («disease», malattia) e 19 (l’anno di identificazione del virus) compare in Cina, a Wuhan, metropoli da 11 milioni di abitanti, capoluogo della provincia di Hubei.
In seguito vi è stata un’esplosione nel Nord Italia e precisamente in Lombardia e nel Veneto. Ora Il virus è diventato una pandemia che si sta diffondendo in tutto il mondo ma non vi è ancora chiarezza sull’origine e la catena di trasmissione. E’ un virus nuovo, e si cerca una cura, un vaccino.

://www.corriere.it/speciale/esteri/2020/mappa-coronavirus/

8 thoughts on “#IO RESTO A CASA, MA

  1. Complimenti sore,
    il tuo animo dolce traspare
    dalle tue parole e dai gesti premurosi che mi regali ogni giorno

    grazie di esserci

    un abbraccio grande reale

  2. Leggo con piacere questi versi che,a mio parere, colgono momenti essenziali della difficile quotidianità di questi giorni; vengono messi in evidenza gli errori dell’ uomo e la sua inevitabile caduta, però vi si coglie anche il tentativo di risollevare le sorti rivelando come ogni uomo sia da salvare, ma anche potenziale salvatore e artefice del cambiamento.
    Brava…continua così

    1. Cara Azzurra,
      Ho apprezzato molto che tu abbia scritto il tuo commento qui in questo mio spazio virtuale. A me piace condividere ciò che scrivo e mi piace avere anche un feedback. Grazie. Spero di averti ancora qui. Un abbraccio

  3. Queste invece sono le parole di Germano :
    Belle parole soprattutto vere e non banali. Un testo poetico che descrive la realtà e lo stato d’animo di tantissime persone che in queste settimane di clausura, si stanno facendo tante domande. Brava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *